Il tessile abbigliamento

Nella Milano da bere degli anni 80, il settore del tessile e abbigliamento era particolarmente vivace: le modificazioni intervenute nei consumi, i mutamenti dei contesti competitivi, le acquisizioni, le spinte alla internazionalizzazione, nonché le nuove forme di commercio (franchising), costituirono i principali elementi che hanno contraddistinto in quel momento lo scenario di settore.

Paolo Bellavista non si fece sfuggire l'occasione di investire in una nicchia così promettente. Si legò all’Expo CT – Confcommercio e gestì con successo la loro testata specializzata “Panorama Moda Abbigliamento” per oltre cinque anni, creando anche prodotti editoriali collaterali, tra cui il catalogo della fiera Milanovendemoda. Oltre che sui contenuti tecnici (analisi settoriali, case history internazionali, report dalle sfilate di tutto il mondo), il core della rivista verteva sulle illustrazioni di capi e sull’utilizzo di immagini firmate da grandi dell’illustrazione, come Gruau e Lopez. Il connubio fra informazione tecnica e immagine rappresentò, sin dall’inizio, il tratto distintivo di tutte le riviste della casa editrice Finedit.